Comune di Roccaraso

Home » Amministrazione Trasparente » 11 - Bandi di gara, avvisi e contratti » 11.03 – Gare e procedure in corso

Category Archives: 11.03 – Gare e procedure in corso

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA per l’appalto integrato della progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei Lavori di  “Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta a Roccaraso (AQ)” con cessione di bene immobile a titolo di corrispettivo (art. 191 D.Lgs. 50/2016)

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

CUP: G97G20000140004
CIG: 8585416D66

Roccaraso, lì 15/01/2021

Settore III – Area Tecnica
Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo

Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

per l’appalto integrato della progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei Lavori di  “Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta a Roccaraso (AQ)” con cessione di bene immobile a titolo di corrispettivo (art. 191 D.Lgs. 50/2016)

**************

CUP (Codice Unico di Progetto): G97G20000140004

C.I.G. (Codice Identificativo Gara) 8585416D66

 

  1. STAZIONE APPALTANTE

Comune di: Comune di ROCCARASO Viale degli Alberghi n. 2/a,  c.a.p. 67037,  Roccaraso (AQ) Telefono 0864.61921 – fax 0864.6192222 e-mail paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it PEC: protocollo.roccaraso@pec.it

  

  1. PROCEDURA DI GARA

Procedura “aperta” ai sensi degli artt 3, comma 1 lett. sss), 60 e 71 del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 s.m.i., avente ad oggetto l’aggiudicazione congiunta (appalto integrato ai sensi dell’art. 59, comma 1 del D.Lgs. 50/2016, stante la sua ammissibilità fino al 31/12/2021 per effetto delle previsioni di cui all’art. 1, comma 1, lett. b), legge n. 55 del 2019, come modificato dall’art. 8, comma 7, legge n. 120 del 2020) di Progettazione Definitiva, Esecutiva ed esecuzione dei lavori di Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta”

 

  1. TIPO DI APPALTO, LUOGO, DESCRIZIONE, NATURA E IMPORTO COMPLESSIVO DELL’APPALTO INTEGRATO, ONERI PER LA SICUREZZA E MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI
  • tipo di appalto: appalto integrato per l’affidamento congiunto di della progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei Lavori di “Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta a Roccaraso (AQ)”
  • luogo di esecuzione: Comune di Roccaraso – Località “Roccalta”.
  • descrizione: interventi di riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’area sulla scorta di indagini preliminari legate alla rifunzionalizzazione dell’ambito anche in base alle nuove costruzioni limitrofe.
  • importo complessivo a base d’asta: euro 264.875,16

di cui:

  1. importo spese tecniche da assoggetare a ribasso euro 17.675,16
  2. importo lavori a base d’asta da assoggetare a ribasso

(al netto delle spese di cui al successivo punto c):                                euro 240.000,00

di cui:

  • euro 240.000,00 per lavori a corpo
  1. oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso): euro 7.200,00
  • Entità totale dell’appalto integrato, importo a base d’asta, lavorazioni e prestazioni di cui si compone l’appalto

 

APPALTO INTEGRATO per Progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei lavori di “Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta”, dell’importo totale dell’appalto di € 264.875,16, oltre IVA ed oneri previdenziali INARCASSA, come meglio indicati nella seguente tabella riepilogativa:

Descrizione:  Progettazione  definitiva, esecutiva  ed  esecuzione  lavori  di

“Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta”

A1) Importo dei lavori categoria OG13 Opere di Ingegneria naturalistica – comprensivo degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso di cui al punto A2) € 247.200,00

CPV 45112711-2

A2) Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso € 7.200,00
B) Spese tecniche per Progettazione DEFINITIVA ed ESECUTIVA

(oltre INARCASSA ed IVA dovute per legge)

Servizi di progettazione tecnica per la costruzione di opere di ingegneria civile

 

€ 17.675,16

CPV 71322000-1

Importo totale dell’appalto € 264.875,16
di cui:  
Importo (progettazione + esecuzione lavori) a base d’asta € 257.675,16

 

L’appaltatore dovrà redigere il progetto definitivo ed esecutivo dei lavori sopra descritti, in conformità con quanto stabilito dalla normativa sui contratti pubblici, con particolare riferimento al D.Lgs. n. 50/2016 e al D.P.R. n. 207/2010, per la parte in vigore, al D.Lgs. n. 81/2008, al D.M. 17/01/2018 – Nuove norme tecniche per le costruzioni, alla L.R. n. 28/2011, e ad ogni altra norma e disposizione riguardante la materia, nonché secondo quanto riportato nel Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica, approvato con delibera di G.C. n. 119 del 31/12/2020.

Detta progettazione, ed in particolare la Progettazione Definitiva, dovrà, a cura dell’Appaltatore stesso, essere sottoposta all’approvazione della Soprintendenza SABAP (ai fini dell’ottenimento dell’Autorizzazione Paesaggistica ai sensi dell’art. 146 del D.Lgs. 42/04), dell’Ufficio del Genio Civile (ai fini dell’ottenimento di Autorizzazione Sismica e/o Deposito Sismico) e della Giunta Comunale (ai fini della sua approvazione ed accettazione). Sarà cura del proponente, inoltre, verificare la necessità di ulteriori autorizzazioni e nulla osta occorrenti, che dovessero verificarsi in sede di predisposizione della Progettazione Definitiva dell’opera.

L’importo per la progettazione è stato quantificato nella misura sopra indicata in considerazione del fatto che saranno resi disponibili tutti gli elaborati del progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica, in formato editabile.

L’appaltatore è altresì tenuto all’esecuzione dei lavori.

CESSIONE DEI SEGUENTI IMMOBILI: immobile e suoli ubicati in località “Roccalta”, individuati con le particelle n. 173, 174, 289/parte, 815/parte e “strade” del foglio n. 2/A, dell’estensione complessiva di circa 2.700 mq, non più suscettibili di utilizzo per l’Ente e, per questo, inseriti nel Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 del 22/10/2020, scheda n. T23/2020, che si allega in estratto al di seguito per una più completa comprensione:

 

LOTTO DESCRIZIONE IDENTIFICAZIONE CATASTALE   CONSISTENZA VALORE STIMATO DESTINAZIONE E NORMATIVA URBANISTICA
n. Scheda Località Fg. Mappale Sup.     mq.  Zona Urbanistica Normativa Adottata
T23/2020 Immobile in disuso e relativa area di pertinenza Loc. Roccalta 2 173 320 43.200,00 “B”  PRG    Vigente  “B4″  PRG  Adottato                             PRG Vigente: Dimensione del lotto minimo pari a 4.000 mq; PRG Adottato: Dimensione del lotto minimo pari a 350 mq e rapporto di copertura pari al 60%
Immobile in disuso Loc. Roccalta 2 174 20 2.700,00
Porzione di terreno edificabile Loc. Roccalta 2 815/parte 1.709 230.715,00
Porzione di terreno edificabile Loc. Roccalta 2 289/parte 214 28.890,00
Relitto di suolo stradale Loc. Roccalta 2 strade (parte) 437 58.995,00
Totali 2.700 364.500,00

 

Il prezzo di cessione di cui sopra è stato individuato mediante apposita stima dell’Ufficio Tecnico Comunale, all’atto di redazione del Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 del 22/10/2020.

Valore a base d’asta degli immobili: € 364.500,00, oltre iva ed altri oneri come dovuti per legge. 

A detto importo, vanno aggiunte le somme dovute, a titolo di ristoro in favore del Comune di Roccaraso delle spese dallo stesso anticipate nel corso dell’anno 2020, in esecuzione della D.G.C. 82 del 30/09/2020, per l’esecuzione di interventi di messa in sicurezza dell’immobile oggetto di dismissione, quantificate nel Certificato di Regolare Esecuzione dell’intervento approvato con Determina del Settore III Area Tecnica n. 104 (456 Reg.Gen.) del 24/11/2020 in complessivi € 29.995,31, arrotondati ad € 30.000,00.

Pertanto, alla luce di quanto sopra, risulta il seguente:

Importo complessivo a base d’asta degli immobili: € 364.500,00 + € 30.000,00 = € 394.500,00

oltre iva ed altri oneri come dovuti per legge

Pertanto, l’esecuzione dell’appalto integrato di “Progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei lavori di Riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ex cava di Roccalta”, prevede la totale compensazione mediante cessione dei succitati immobili, ai sensi dell’art. 191, comma 1, del D.Lgs. 50/2016, oltre all’obbligo di corresponsione in favore della Stazione Appaltante dell’importo derivante dalla differenza tra valore economico offerto in sede di gara per l’acquisto dei beni oggetti di cessione (Voa nei successivi paragrafi) ed il valore economico offerto per l’esecuzione dell’appalto integrato (Voe nei successivi paragrafi), come desumibili dall’offerta economica prodotta dal concorrente in sede di gara.

  • modalità di determinazione del corrispettivo ai sensi dell’art. 59 comma 5 bis del D.lgs. n. 50/2016 s.m.i.: corrispettivo a corpo

 

  1. DOCUMENTAZIONE

Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto nonché Il Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica  ai sensi dell’art. 23 del Codice, redatto internamente dall’Ufficio Tecnico Comunale, a firma dell’Arch. Paolo Di Guglielmo, approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 119 del 31/12/2020, sono disponibili sulla piattaforma di gestione telematica della gara, cuccasteldisangro.acquistitelematici.it .

Ogni successivo riferimento al profilo committente o al sito internet dell’Ente o alla piattaforma cuccasteldisangro.acquistitelematici.it è da intendersi fatto ai suddetti link, che i partecipanti sono tenuti periodicamente a consultare.

 

  1. TERMINI PER L’ESECUZIONE DELL’APPALTO INTEGRATO (PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DE LAVORI) E PENALI

Il termine per la redazione del progetto definitivo è fissato in giorni 60 (sessanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla stipula del contratto o dalla data del verbale di esecuzione anticipata; per ogni giorno di ritardo sarà applicata una penale dello 0,1% e comunque non superiore al 10% del corrispettivo.

Il termine per la redazione del progetto esecutivo è fissato in giorni 30 (trenta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di approvazione da parte della Giunta Comunale del progetto definitivo dell’opera; per ogni giorno di ritardo sarà applicata una penale dello 0,1% e comunque non superiore al 10% del corrispettivo.

I lavori dovranno essere conclusi entro e non oltre 365 (trecentosessantacinque) giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna. Per ogni giorno naturale e consecutivo di ritardo sarà applicata una penale pari allo 0,1% (uno per mille) dell’importo contrattuale.

In totale il termine previsto per la progettazione definitiva, esecutiva e per l’esecuzione dei lavori è fissato in 455 (quattrocentocinquantacinque) giorni naturali e consecutivi.

E’ facoltà dell’Amministrazione provvedere alla consegna in via di urgenza, sia della progettazione esecutiva sia  dell’esecuzione dei lavori, nelle more della stipula del contratto.

 

  1. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

La presentazione dell’offerta (documentazione amministrativa e offerta economica) deve essere effettuata sul di gestione telematica della gara, secondo le modalità esplicitate nelle guide per l’utilizzo della piattaforma, accessibili dal sito http://cuccasteldisangro.acquistitelematici.it

Si raccomanda di seguire pedissequamente la procedura guidata riportata nelle guide, eseguendo le operazioni richieste nella sequenza riportata nelle stesse.

L’offerta deve essere collocata sul Sistema di gestione telematica della gara entro e non oltre il termine perentorio delle ore 23:59 del giorno 15/02/2021.

La prima seduta pubblica avrà luogo nella data e negli orari che saranno comunicati ai concorrenti a mezzo Sistema di gestione telematica della procedura di gara almeno 2 giorni prima della data stabilita.

 

  1. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE

Sono ammessi all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10. ovvero un solo raprresentante per ciascun concorrente, munito di specifica delega conferita dai suddetti legali rappresentanti;

 

  1. CAUZIONE

Non è prevista la prestazione della cauzione provvisoria, ai sensi dell’art. 1 co. 4 L. 120/2020.

L’offerta deve essere comunque corredata da una dichiarazione di impegno, da parte di un istituto bancario o assicurativo o altro soggetto di cui all’art. 93, comma 3 del Codice, a rilasciare, ai sensi dell’articolo 93, comma 8 del Codice, garanzia fideiussoria definitiva, qualora il concorrente risulti affidatario.

Tale dichiarazione di impegno non è richiesta alle microimprese, piccole e medie imprese e ai raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari esclusivamente dalle medesime costituiti.

 

  1. FINANZIAMENTO

I lavori ed i servizi di ingegneria (progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera) oggetto di appalto integrato vengono finanziati mediante totale compensazione mediante cessione dei succitati immobili, ai sensi dell’art. 191, comma 1, del D.Lgs. 50/2016.

È inoltre previsto l’obbligo di corresponsione da parte dell’aggiudicatario, in favore della Stazione Appaltante, dell’importo derivante dalla differenza tra valore economico offerto in sede di gara per l’acquisto dei beni oggetti di cessione ed il valore economico offerto per l’esecuzione dell’appalto integrato, come desumibili dall’offerta economica prodotta dal concorrente in sede di gara.

 

  1. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA

Sono ammessi alla gara tutti i soggetti di cui agli artt. 45 e 46 del D.Lgs. n. 50/2016.

 

  1. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE GENERALE, ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA PARTECIPAZIONE

i concorrenti devono possedere:

Requisiti per l’esecuzione

  1. Requisiti di ordine generale occorrenti per la partecipazione sono quelli di cui all’art. 80 del D. Lgs. 50/2016. Non devono, inoltre, sussistere:
    • le cause di decadenza o sospensione di cui all’art. 67 D. Lgs. 159/2011;
    • le condizioni di cui all’art. 53 co. 16 ter D. lgs. 165/2001;
    • ulteriori divieti a contrattare con la P.A.
  1. Requisiti previsti dagli articoli 83 e 84 del D. Lgs. 50/2016 – I concorrenti devono, essere in possesso dell’iscrizione nel registro della C.C.I.A.A. e idonea attestazione SOA in corso di validità per la categoria e la classifica su indicata (OG 13 I classifica).

In caso di raggruppamento fra imprese la percentuale minima di possesso richiesta alla mandataria è pari al 60%, alla mandante è pari al 20%.

 

Requisiti per la progettazione

I soggetti incaricati della progettazione, compreso lo staff tecnico dell’impresa di costruzioni in possesso dell’attestazione SOA per progettazione ed esecuzione, adeguata per categoria e classifica ai lavori da progettare ed eseguire, devono possedere i seguenti requisiti stabiliti in conformità alle linee guida ANAC n. 1 aggiornate con delibera n. 417 del 15 maggio 2019 ed al Bando Tipo ANAC n. 3 pubblicato sulla GURI n. 186 del 11.8.2018:

  1. Requisiti di ordine generale occorrenti per la partecipazione sono quelli di cui all’art. 80 del D. Lgs. 50/2016. Non devono, inoltre, sussistere le cause di decadenza o sospensione di cui all’art. 67 D. Lgs.159/2011,le condizioni di cui all’art. 53 co. 16 ter D. lgs. 165/2001, né-ulteriori divieti a contrattare con la P.A.;
  2. Requisiti di idoneità professionale:
    • I requisiti di cui al Decreto MIT 2 dicembre 2016 meglio precisati nel disciplinare di gara;
    • 2 (per tutte le tipologie di società e per i consorzi) Iscrizione nel registro delle imprese tenuto dalla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara;
    • B3 (per il/i professionista/i che espleta/espletano l’incarico oggetto dell’appalto) Iscrizione all’albo degli architetti sez. A.
  3. Requisito di capacità tecnica consistente nell’aver eseguito, negli ultimi dieci anni, servizi di ingegneria e di architettura (vd. Linee guida Anac paragrafo 2.2.2.), di cui all’art. 3, lett. vvvv) del codice, relativi a lavori appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferisce il servizio da affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali, come indicato nella tabella seguente:
Categoria e ID delle opere L. 143/49

(Corrisp.za)

G (grado di complessità) Importo delle

opere

Specificità

prestazione

(art.3, c.3 d.m. 17.6.2016)

Importo Spese e oneri 10,58%
[P.02] – Opere a verde sia su piccola scala o grande scala dove la rilevanza dell’opera è prevalente rispetto alle opere di tipo costruttivo.

e/o

[E.18] Arredamenti con elementi acquistati dal mercato, Giardini, Parchi gioco, Piazze e spazi pubblici all’aperto

 

 

 

 

 

 

 

 

I/c

0,85

 

 

 

 

 

 

 

 

0,95

 

 

 

 

 

 

 

€ 240.000,00

 

 

 

 

 

 

 

 

QbII. 01

QbII. 05

QbII. 09

QbII. 12

QbII. 19

QbIII. 01

QbIII. 02

QbIII. 03

QbIII. 04

QbIII. 05

QbIII. 07

QbIII.09

QbIII.11

 

 

 

 

 

 

 

 

€ 15.984,49

 

 

 

 

 

 

 

 

€ 1.690,67

 

per un importo almeno pari a quello dei lavori oggetto del presente appalto.

Ai sensi delle Linee guida Anac  n. 1, paragrafo 2.2.3.1, il predetto requisito nel caso in cui il concorrente individui i progettisti mediante sub-raggruppamenti temporanei, avvalimento nei confronti di un raggruppamento o nel caso in  cui il mandante che assume la progettazione è a sua volta un sub-raggruppamento, deve essere posseduto  cumulativamente dal raggruppamento, fermo restando che la mandataria, deve dimostrare il possesso del requisito  in misura percentuale superiore rispetto a ciascuna mandante.

 

  1. TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA

Gli offerenti hanno la facoltà di svincolarsi dalla propria offerta trascorsi centottanta giorni dalla data di presentazione delle offerte.

 

  1. CRITERIO E MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE

L’appalto è aggiudicato in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo,  ai sensi dell’art. 95, comma 2  del Codice.

La valutazione dell’offerta tecnica e dell’offerta economica congiunta sarà effettuata in base ai seguenti punteggi:

punteggio massimo
Offerta tecnica 90
Offerta economica 10
totale 100

 

Ed in applicazione dei seguenti criteri di valutazione:

criteri di valutazione punti max sub-criteri di valutazione punti max
QL 1 MODALITÀ DI REDAZIONE DELLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEI LAVORI 30 soluzioni proposte che, in relazione alla progettazione ed esecuzione delle opere, soluzioni che mirino ad una migliore qualità globale dell’appalto, con riferimento in particolare agli aspetti ambientali e di sicurezza del cantiere in fase di esecuzione dell’opera 30
QL 2 MIGLIORAMENTO CARATTERISTICHE ESTETICHE E FUNZIONALI DELL’OPERA 30 soluzioni proposte che, mediante miglioramento di caratteristiche estetico – funzionali degli spazi e delle finiture (materiali, arredi, attrezzature e sistemazioni del verde e del contesto), consentano un miglior inserimento ambientale dell’opera, al fine dell’ottimale recupero e risanamento ambientale dell’area oggetto di intervento 30
QL 3 EFFICIENZA, DURABILITÀ E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DELL’OPERA 30 soluzioni proposte che consentano l’incremento dell’efficienza delle prestazioni e la durabilità dell’opera (anche mediante certificazioni prestazionali e di garanzia dei materiali utilizzati) 30
Totale punteggio attribuibile criteri qualitativi discrezionali valutazione offerta tecnica 90

 

  1. OFFERTE ANORMALMENTE BASSE

Al ricorrere dei presupposti di cui all’art. 97, comma 3, del Codice, e in ogni altro caso in cui, in base a elementi specifici, l’offerta appaia anormalmente bassa, il RUP,avvalendosi, se ritenuto necessario, della commissione, valuta la congruità, serietà, sostenibilità e realizzabilità delle offerte che appaiono anormalmente basse.

 

  1. VARIANTI

Non sono ammesse offerte in variante ai sensi dell’art. 95 del D.Lg. n. 50/2016 s.m.i..

 

  1. AVVALIMENTO

Ai sensi dell’art. 89 del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i. i concorrenti possono soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico organizzativo di cui all’art. 83, comma 1 lett. b) e c) del D.lgs. n. 50/2016 s.m.i., ovvero nonché il possesso dei requisiti di qualificazione di cui all’art. 84 del medesimo D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., sia per i requisiti per l’esecuzione dei lavori che quelli richiesti per la prestazione dei servizi di ingegneria ed architettura (progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera) avvalendosi della capacità di altri soggetti, anche di partecipanti al raggruppamento, a prescindere della natura giuridica dei suoi legami con questi ultimi; in tal caso dovranno presentare in sede di gara la documentazione prevista dall’art. 89, comma 1, del D.Lgs. n. 50/2016s.m.i.

Ai sensi dell’art. 89, comma 6, del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i. è ammesso l’avvalimento di più imprese ausiliarie.

Ai sensi del comma 7 della norma sopra richiamata, non è ammesso, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente ovvero che partecipino sia l’impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.

 

  1. LOTTI FUNZIONALI

Si dà atto che Il presente appalto non è stato suddiviso in lotti in quanto l’intervento deve necessariamente interessare l’intera area di intervento. La suddivisione in lotti non risulterebbe, inoltre, economicamente conveniente per l’Ente.

 

  1. ALTRE INFORMAZIONI
  • il progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’opera è stato approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 119 del 31/12/2020;
  • il presente bando non prevede l’applicazione della clausola compromissoria;
  • il Responsabile del Unico del Procedimento: Arch. Paolo Di Guglielmo; email: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it – tel. 0864.6192202 – fax 0864.6192222 – PEC protocollo.roccaraso@pec.it;
  • si rinvia inoltre al punto 4 “Altre informazioni” contenute nel disciplinare di gara qui integralmente richiamate.

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
e del Settore III SETTORE AREA TECNICA

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Bando di gara

Disciplinare di gara

 

 

 

 


 

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9826 del 31/12/2018

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Settore III – Area Tecnica

Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo
Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

Prot. n. 0725/2019

Roccaraso, lì 18/01/2018

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9826 del 31/12/2018 per affidamento di importo inferiore a 150.000 euro per l’affidamento dei lavori di:

“Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”

in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE III TECNICO
DEL COMUNE DI ROCCARASO

Richiamato l’avviso prot. 9826 del 31/12/2018, con cui questa Stazione Appaltante, ha avviato procedura per raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori di “Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”, al fine di individuare, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, concorrenza, rotazione e trasparenza, le Ditte da invitare alla successiva procedura negoziata di cui all’art. 36, comma 2, lett. b) e 7 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i..;

Vista la Legge di Bilancio n. 145/2018 (pubblicata in G.U. n. 302/2018), ed in particolare l’art. 1 comma 912, che stabilisce che “Nelle more di una complessiva revisione del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2019, le stazioni appaltanti, in deroga all’articolo 36, comma 2, del medesimo codice, possono procedere all’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro mediante affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di tre operatori economici“;

Rilevato che l’importo dei lavori da affidare è pari a complessivi € 69.131,55 e che, pertanto, la procedura di affidamento di detti lavori rientra tra quelli della succitata fattispecie (affidamento diretto);

Ritenuto conveniente per l’Ente applicare detto sopravvenuto disposto normativo semplificativo alla gara in parola, in quanto l’affidamento diretto è procedura in grado di assicurare celerità, speditezza e semplificazione necessarie a consentire l’avvio dei lavori entro la prossima stagione estiva, unico periodo dell’anno in cui a Roccaraso è possibile eseguire lavorazioni sugli immobili ed in cui, peraltro, tali lavorazioni non interferiscono con il normale utilizzo della struttura come sede scolastica;

Rilevato che, come previsto dall’avviso e come espressamente accettato dai manifestanti interesse, la Stazione Appaltante si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

Dato atto che si procederà a selezionare i soggetti da consultare nel rispetto dei principi di cui all’art. 30 comma 1 del codice, nonché del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti ed in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese;

Ritenuto utile poter consultare, con i succitati criteri, n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), selezionandoli tra quelli che abbiano completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016;

RENDE NOTO CHE:

NON SI DARÀ SEGUITO alla procedura di cui all’avviso prot. 9826 del 31/12/2018, avviata al fine di raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori di “Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”, visto il sopraggiunto dispositivo normativo di cui all’art. 1 comma 912 della Legge 145/2018, nelle piene facoltà di questa amministrazione appaltante che, come previsto dall’avviso e come accettato dai manifestanti interesse, si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

SI PROCEDERÀ, in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018, ad affidamento diretto dei lavori di che trattasi, dell’importo complessivo di € 80.381,01, previa consultazione di n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), selezionandoli tra quelli che abbiano completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016.

Roccaraso,  18 Gennaio 2019.

Il Responsabile del III Settore Area Tecnica

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Prot. 0725/2019

 

 

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9740 del 27/12/2018

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Settore III – Area Tecnica

Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo
Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

Prot. n. 0487/2019

Roccaraso, lì 14/01/2018

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9740 del 27/12/2018 per affidamento di importo inferiore a 150.000 euro per l’affidamento dei lavori di:

“Efficientamento energetico Istituto omnicomprensivo E. De Panfilis – S. Rocco del Comune di Roccaraso (AQ)”

in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE III TECNICO
DEL COMUNE DI ROCCARASO

Richiamato l’avviso prot. 9740 del 27/12/2018, con cui questa Stazione Appaltante, ha avviato procedura per raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori diEfficientamento energetico Istituto omnicomprensivo E. De Panfilis – S. Rocco del Comune di Roccaraso (AQ), al fine di individuare, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, concorrenza, rotazione e trasparenza, le Ditte da invitare alla successiva procedura negoziata di cui all’art. 36, comma 2, lett. b) e 7 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i.., fissando alle ore 12.00 del giorno 14/01/2019 il termine ultimo per presentare la propria candidatura;

Richiamata la Legge di Bilancio n. 145/2018 (pubblicata in G.U. n. 302/2018), ed in particolare l’art. 1 comma 912, che prevede che “nelle more di una complessiva revisione del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2019, le stazioni appaltanti, in deroga all’articolo 36, comma 2, del medesimo codice, possono procedere all’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro mediante affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di tre operatori economici“;

Rilevato che l’importo dei lavori della procedura di che trattasi è pari a complessivi € 80.381,01 e che, pertanto, la procedura di affidamento di detti lavori rientra tra quelle della succitata fattispecie (affidamento diretto);

Ritenuto conveniente per l’Ente applicare detto sopravvenuto disposto normativo semplificativo alla procedura in parola, in quanto l’affidamento diretto è in grado di assicurare celerità, speditezza e semplificazione necessarie a consentire l’avvio dei lavori entro la prossima imminente stagione primaverile ed estiva, unico periodo dell’anno in cui a Roccaraso è possibile eseguire lavorazioni sugli immobili ed in cui, peraltro, tali lavorazioni non interferiscono con il normale utilizzo della struttura come sede scolastica;

Rilevato che, come previsto dall’avviso e come peraltro espressamente accettato dai manifestanti interesse, la Stazione Appaltante si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

Dato atto che si procederà a selezionare i soggetti da consultare nel rispetto dei principi di cui all’art. 30 comma 1 del codice, nonché del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti ed in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese;

Ritenuto utile poter consultare, con i succitati criteri, n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), dando priorità a quelli che hanno manifestato interesse rispondendo nei termini prefissati al succitato avviso prot. 9740/2018 e che abbiano contemporaneamente completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016;

RENDE NOTO CHE:

NON SI DARÀ SEGUITO alla procedura di cui all’avviso prot. 9740 del 27/12/2018, avviata al fine di raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori diEfficientamento energetico Istituto omnicomprensivo E. De Panfilis – S. Rocco del Comune di Roccaraso (AQ)”, visto il sopraggiunto dispositivo normativo di cui all’art. 1 comma 912 della Legge 145/2018, nelle piene facoltà di questa amministrazione appaltante che, come previsto dall’avviso e come accettato dai manifestanti interesse, si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

SI PROCEDERÀ, in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018, ad affidamento diretto dei lavori di che trattasi, dell’importo complessivo di € 80.381,01, previa consultazione di n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), selezionandoli prioritariamente tra quelli che hanno manifestato interesse rispondendo nei termini prefissati al succitato avviso prot. 9740/2018 e che abbiano contemporaneamente completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016.

Roccaraso, 14 Gennaio 2019.

Il Responsabile del III Settore Area Tecnica

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Prot. 487/2019

 

 

AVVISO D’ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Settore III – Area Tecnica

Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo
Tel. 0864/6192.215 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: nicolino.damico@comune.roccaraso.aq.it

Prot. n. 6654/2018

Roccaraso, lì 18/09/2016

AVVISO D’ASTA PUBBLICA
PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI
DI PROPRIETÀ COMUNALE

IL RESPONSABILE DEL III SETTORE AREA TECNICA

Visto il vigente Regolamento per l’Alienazione dei Beni Pubblici, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 11 del 21/06/2012 e modificato con deliberazione del C.C. n. 70 del 21/10/2016;

Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 05 del 28/03/2018 con la quale è stato approvato il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari relativo all’anno 2018, per il riordino, la gestione e la valorizzazione del proprio patrimonio immobiliare, ai sensi dell’articolo 58 della L.133/08 e s.m.i., aggiornato con delibere di C.C. n. 29 del 30/07/2018;

Considerato che, in esecuzione delle suddette delibere (C.C. n. 05/2018 e C.C. n. 29/2018) è possibile procedere alla vendita di alcuni beni immobili inseriti nel Piano delle Alienazioni;

In esecuzione della determinazione del Settore Tecnico n. 137 del 18/09/2018 di approvazione del presente avviso pubblico di vendita all’asta di beni immobili di proprietà comunale:

AVVISA

che il Comune di Roccaraso intende alienare, ai sensi degli art.li 7 e 8 del Regolamento per l’Alienazione dei Beni Pubblici, mediante procedura di asta pubblica da esperirsi con il metodo delle offerte segrete da confrontare con il prezzo posto a base d’asta, ex art. 73, comma 1 lett. c), del R.D. 23/5/ 1924, n. 827 e art. 8 del regolamento comunale, gli immobili di proprietà comunale dettagliati all’interno della Documentazione ivi allegata.

Si precisa che la consultazione degli elaborati elaborati è altresì disponibile nella relativa sezione dedicata della Gestione Documentale in Linea del Comune di Roccaraso.

Il Responsabile del III Settore Area Tecnica

Ing. Nicolino D’Amico


DOCUMENTAZIONE:

COMPLETA (tutti i files sottoelencati in un unico archivio in formato ZIP)


Singoli elaborati (PDF):

– Avviso – Avviso d’Asta Pubblica Vendita Beni Immobili Comunali

(All. 1) – Istanza di partecipazione e dichiarazione

(All. 2) – Modulo Offerta

(All. 3) – Scheda Lotto n. 1 parterre

(All. 4) – Scheda Lotto n. 2 parterre

(All. 5) – Scheda Lotto n. 3-1 – Part. 579 F7

(All. 6) – Scheda Lotto n. 3-2 – Part. 579 F7

(All. 7) – Scheda Lotto n. 3-3 – Part. 579 F7

(All. 8) – Scheda Lotto n. 3-4 – Part. 579 F7

(All. 9) – Scheda Lotto n. 3-5 – Part. 579 F7

(All. 10) – Scheda Lotto n. 4 – Part. 190 F4

(All. 11) – Scheda Lotto n. 7 – Part. strade F4

(All. 12) – Scheda Lotto n. 8 – Part. 1772 F7

(All. 13) – Scheda Lotto n. 10 – Part. 42 F4

(All. 14) – Scheda Lotto n. 11 – Part. 1733 F7

(All. 15) – Scheda Lotto n. 12 – Part. 1771-1773 F7

(All. 16) – Scheda Lotto n. 16 – Part. 41 F8

(All. 17) – Scheda Lotto n. 19

(All. 18) – Scheda Lotto n. 20

(All. 19) – Scheda Lotto n. 21

 

 

 

AVVISO PUBBLICO – Manifestazione di Interesse “Miglioramento sismico dell’edificio sede del Municipio di Roccaraso”

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Settore III – Area Tecnica

Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo
Tel. 0864/6192.215 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: nicolino.damico@comune.roccaraso.aq.it

Prot. n. 4235 – Avviso Pubblico

Roccaraso, lì 15/06/2018

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE E SELEZIONE

INDAGINE DI MERCATO PER LA SELEZIONE DI PROFESSIONISTI FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI PROGETTAZIONE DI IMPORTO INFERIORE A 100.000 EURO

(Art. 157, comma 2, ed art. 36, comma 2 lett. b) D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i.)

“Miglioramento sismico dell’edificio sede del Municipio di Roccaraso”

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Premesso che nella programmazione dei lavori pubblici per il triennio 2018/2020 è stata inserita nell’anno 2018 la previsione della realizzazione della seguente opera pubblica:

“Miglioramento sismico dell’edificio sede del Municipio di Roccaraso”

Posto che per la realizzazione dell’opera sopra specificata, nei tempi previsti dal programma triennale, occorre procedere al conferimento dell’incarico ai soggetti esterni cui all’art. 157, comma 2, del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. per i seguenti servizi di ingegneria:

⊗ progettazione definitiva;

Dato atto che l’importo stimato della prestazione complessiva dell’incarico, computato secondo quanto stabilito dal DECRETO DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 17 giugno 2016, è inferiore ai 100.000 euro e che, pertanto, è possibile procedere all’affidamento dell’incarico medesimo, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto dell’art. 157, comma 2, ed art. 36, comma 2 lett. b) D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. ., mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, tra almeno 5 soggetti;

Atteso che conformemente alle linee guida ANAC n. 4/2016 (previste dall’articolo 36, comma 7, del D.Lgs. n. 50/2016), l’individuazione degli operatori economici da invitare alle procedure negoziate senza preventivo bando di gara avviene tramite indagini di mercato effettuate dalla stazione appaltante mediante avviso pubblicato sul proprio profilo del committente per un periodo non inferiore a quindici giorni, ovvero mediante selezione dai vigenti elenchi di operatori economici utilizzati dalle stazioni appaltanti;

Atteso altresì che il predetto avviso di selezione pubblica deve indicare i requisiti minimi che devono essere posseduti dai soggetti candidati per poter essere invitati a presentare l’offerta;

Ritenuto che l’incarico debba essere affidato in modo da rispettare i principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza con l’obbligo per l’Amministrazione di verificare la capacità professionale del soggetto incaricato in relazione al progetto da affidare

INVITA

I soggetti interessati di cui all’art. 46, comma 1 lett. a) b) c) d) e) f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i. a presentare domanda di partecipazione per la presente selezione.

I concorrenti possono soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico organizzativo, avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto, in tal caso dovranno rispettare tutte le condizioni operative e presentare in sede di gara tutta la documentazione prevista dall’art. 89, del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i. Si rammenta al riguardo che a norma del comma 1 dell’art. 89 citato per quanto riguarda i criteri relativi all’indicazione dei titoli di studio e professionali di cui all’allegato XVII, parte II, lettera f), o alle esperienze professionali pertinenti, gli operatori economici possono avvalersi delle capacità di altri soggetti solo se questi ultimi eseguono direttamente i lavori o i servizi per cui tali capacità sono richieste.

Si precisa che ai sensi dell’art. 24, comma 5 del D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i, e dell’art. 4, comma 1, del DM MIT 2 dicembre 2016, n. 263, i raggruppamenti temporanei di professionisti hanno l’obbligo di prevedere la presenza di almeno un giovane professionista abilitato da meno di cinque anni all’esercizio della professione per l’espletamento della prestazione professionale oggetto di affidamento.

La presentazione della manifestazione di interesse all’indagine di mercato da parte dei soggetti interessati dovrà pervenire, (a pena dell’esclusione dalla procedura selettiva), a mezzo PEC all’indirizzo protocollo.roccaraso@pec.it entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 29/06/2018.

Le finalità ed i riferimenti normativi, così come i dettagli logistici ed economici della prestazione professionale, nonché quelli relativi ai requisiti di partecipazione, di capacità tecnico-organizzativa e di ordine generale, unitamente al resto dell’Informativa completa, sono dettagliati nella documentazione allegata alla presente comunicazione.

 

IL RESPONSABILE DEL TERZO SETTORE AREA TECNICA
Ing. Nicolino D’Amico


Allegati:

Avviso Indagine di Mercato

Allegato A – Domanda di Partecipazione

Computo Prestazioni a Base di Gara


 

Avviso vendita terreni a trattativa privata


COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

PROT. n. 997 del 14/02/2017

SETTORE TERZO – AREA TECNICA

AVVISO PER LA VENDITA A TRATTATIVA PRIVATA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

IL RESPONSABILE DEL III SETTORE AREA TECNICA

Premesso che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 21/06/2012 è stato approvato il Regolamento per l’Alienazione dei Beni Pubblici, modificato con successiva delibera del Consiglio Comunale n. 70 del 21/10/2016;
Che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 22/04/2015 è stato approvato il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari relativo all’anno 2015, per il riordino, la gestione e la valorizzazione del proprio patrimonio immobiliare, ai sensi dell’articolo 58 della L.133/08 e s.m.i., integrato con delibere di C.C. n. 30 del 24/07/2015, n. 14 del 01/03/2016, n. 33 del 24/04/2016, n. 65 del 21/10/2016 e n. 81 del 22/12/2016;
Che, in esecuzione delle suddette delibere, è necessario procedere alla vendita dei beni immobili inseriti nel Piano delle Alienazioni;
Considerato che per i beni immobili da alienare ubicati in località Vallone S. Rocco, identificati in catasto con le particelle n. 321 e n. 848 (ex 226/parte) del foglio n. 2, riportati nella scheda n. 8 allegata alla delibera di C.C. n. 70/2016, ricorrono le condizioni per la vendita a trattativa privata, a norma dell’art. 10, comma 2 del vigente regolamento comunale,
In esecuzione della determinazione del Settore Tecnico n. 30 del 14 / 02 /2017 di approvazione del presente avviso pubblico di vendita a trattativa privata di beni immobili di proprietà comunale,

AVVISA

che il Comune di Roccaraso intende alienare a trattativa privata, ai sensi dell’art. 10 del vigente Regolamento per l’Alienazione dei Beni Pubblici, i sotto indicati immobili di proprietà comunale:

Elenco degli immobili oggetto di dismissione
(ai sensi dell’art. 58 del D. L. 112/08 convertito con modificazione nella legge 06.08.08, n.133)

N. SCHEDA DESCRIZIONE IDENTIFICAZIONE CATASTALE VALORE
STIMATO
DESTINAZIONE
URBANISTICA
Località Foglio Mappale Sup. mq.

Zona

8

Terreno comunale sclassificato

Via Vallone S. Rocco / Via Alcide De Gasperi

2

321

 236

 31.860,00

Zona B

Terreno comunale sclassificato

Via Vallone S. Rocco / Via Alcide De Gasperi

2

848

 342

 46.170,00

Zona B

TOTALE LOTTO DA ALIENARE SCHEDA N. 8/2016

578

78.030,00

(altro…)