Comune di Roccaraso

Home » Affari Generali » Il Comune Informa

Category Archives: Il Comune Informa

Risultati Referendum Confermativo – 20 e 21 Settembre 2020

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ufficio Elettorale

Referendum Consultivo

Referendum Confermativo – 20 e 21 Settembre 2020

Risultati Definitivi – Comune di Roccaraso – N.2 Sezioni

 

Aventi diritto: 1270

Votanti: 649

Sì: 417

No: 221

Schede bianche: 4

Schede nulle: 7

Avviso – Intervento di Disinfestazione del Territorio Comunale

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Tel. 0864/6192.210 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it

Avviso

Roccaraso, lì 14/09/2020

AVVISO – DEMUSCAZIONE

Intervento di Disinfestazione del Territorio Comunale

(notte tra Lunedì e Martedì, dalle ore 00:00)

 

Si avvisa la cittadinanza che la Ditta BIBLION Srl (con sede in Via Tazio Nuvolari n.° 34 00142 – Roma), affidataria del Servizio di demuscazione per il Comune di Roccaraso e la Frazione di Pietransieri, nella notte compresa tra Lunedì 14.09.2020 e Martedì 15.09.2020 a partire dalle ore 00:00 circa provvederà alla disinfestazione del territorio del Comune di Roccaraso iniziando dalle zone periferiche per poi proseguire verso il centro abitato.

I cittadini sono invitati a:

  1. Non sostare in ambienti aperti durante e dopo il trattamento;
  2. Tenere le finestre chiuse;
  3. Tenere gli animali domestici al riparo;
  4. Lavare frutta, verdure e ortaggi con attenzione per 3-4 giorni dopo il trattamento;

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato


Allegati:

Avviso – Disinfestazione

 

 


 

Ordinanza Ministero della Salute del 16 Agosto 2020 – Ulteriori misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

20A04564 – (GU Serie Generale n. 204 del 17-08-2020)

Roccaraso, lì 18/08/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

Ordinanza Ministero della Salute del 16 Agosto 2020 – Ulteriori misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria

 

 

Il Ministro della Salute

Visti gli articoli 32, 117, comma 2, lettera q), e 118 della Costituzione;

Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, recante “Istituzione del servizio sanitario nazionale” e, in particolare, l’articolo 32;

Visto l’articolo 47-bis del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che attribuisce al Ministero della salute le funzioni spettanti allo Stato in materia di tutela della salute;

Visto l’articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in materia di conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali;

Visto il decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19” e, in particolare, l’articolo 2, comma 2;

Visto il decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”;

Visto il decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83, recante “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020” e, in particolare, l’articolo 1, comma 1;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 8 agosto 2020, n. 198;

Vista le delibere del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e del 29 luglio 2020, con le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Vista la dichiarazione dell’Organizzazione mondiale della sanità dell’11 marzo 2020 con la quale l’epidemia da COVID-19 è stata valutata come “pandemia” in considerazione dei livelli di diffusività e gravità raggiunti a livello globale;

Considerato l’evolversi della situazione epidemiologica a livello internazionale e il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia da COVID-19;

Ritenuto, nelle more dell’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del richiamato decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, di disporre misure urgenti per la limitazione della diffusione della pandemia sul territorio nazionale;

Preso atto della comune volontà della Conferenza dei presidenti delle regioni e del Ministero dello sviluppo economico di aprire con immediatezza un tavolo di confronto con le Associazioni di categoria, al fine di individuare gli interventi economici di sostegno nazionali al settore interessato dall’articolo 1, comma 1, lettera b), della presente ordinanza;

Sentiti il Ministro dell’interno e il Ministro dello sviluppo economico;

EMANA
LA SEGUENTE ORDINANZA

Art. 1

(Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria)

1. Ferme restando le disposizioni di cui all’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, citato in premessa, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19 sono adottate le seguenti ulteriori prescrizioni:

a) è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale;

b) sono sospese, all’aperto o al chiuso, le attività del ballo che abbiano luogo in discoteche, sale da ballo e locali assimilati destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico.

2. Le Regioni possono introdurre ulteriori misure solo in termini più restrittivi rispetto a quelle di cui ai punti a) e b).

Art. 2

(Disposizioni finali)

1. Alle disposizioni di cui alla presente ordinanza si applica quanto previsto dall’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.

2. La presente ordinanza produce effetti dal 17 Agosto 2020 sino all’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decretolegge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e comunque non oltre il 7 settembre 2020.

3. Le disposizioni della presente ordinanza si applicano alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione.

La presente ordinanza è trasmessa agli organi di controllo e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 16 agosto 2020.

IL MINISTRO DELLA SALUTE
On. Roberto Speranza


Allegati:

Ministero della Salute – Pubblicazione Ordinanza del 16/08/2020

Ministero della Salute – Ordinanza del 16/08/2020

 


 

Avviso – Intervento di Disinfestazione del Territorio Comunale

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Tel. 0864/6192.210 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it

Avviso

Roccaraso, lì 10/08/2020

AVVISO – DEMUSCAZIONE

Intervento di Disinfestazione del Territorio Comunale

(notte tra Martedì e Mercoledì, dalle ore 01:00)

 

Si avvisa la cittadinanza che la Ditta BIBLION Srl (con sede in Via Tazio Nuvolari n.° 34 00142 – Roma), affidataria del Servizio di demuscazione per il Comune di Roccaraso e la Frazione di Pietransieri, nella notte compresa tra Martedì 11.08.2020 e Mercoledì 12.08.2020 a partire dalle ore 01:00 circa provvederà alla disinfestazione del territorio del Comune di Roccaraso iniziando dalle zone periferiche per poi proseguire verso il centro abitato.

I cittadini sono invitati a:

  1. Non sostare in ambienti aperti durante e dopo il trattamento;
  2. Tenere le finestre chiuse;
  3. Tenere gli animali domestici al riparo;
  4. Lavare frutta, verdure e ortaggi con attenzione per 3-4 giorni dopo il trattamento;

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato


Allegati:

Avviso – Disinfestazione

 

 


 

Ordinanza n.24/2020 – Divieto assoluto di accensione fuochi nel centro abitato e nelle zone boschive e divieto di accesso alle automobili e/o mezzi non autorizzati all’interno delle zone boschive nel territorio comunale

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 24 del 29/07/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 518

Roccaraso, lì 29/07/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA

Divieto assoluto di accensione fuochi nel centro abitato e nelle zone boschive
e divieto di accesso alle automobili e/o mezzi non autorizzati all’interno delle zone boschive nel territorio comunale

 

IL SINDACO

 

Visto che la corrente stagione estiva caratterizzata dal perdurare di temperature elevate e dall’assenza di precipitazioni a carattere piovoso favorisce il rischio di incendi;

Atteso che il territorio comunale è contornato da zone a verde e zone boschive con alto rischio di incendi che potrebbero causare danni al patrimonio forestale, al paesaggio ed alla fauna ed in particolare la zona denominata “Campetto degli Alpini” posta nelle strette vicinanze ed a ridosso del centro abitato di Roccaraso, caratterizzata da vegetazione fitta costituita da essenze arboree di basso e alto fusto;

Rilevata l’esistenza di una concreta situazione di rischio per l’incolumità pubblica e privata a causa di probabili incendi ed in particolare nelle zone boschive all’interno del territorio Comunale di Roccaraso caratterizzata dalla crescita spontanea della vegetazione posta ai margini delle strade e sui terreni incolti;

Visto che nel periodo estivo ed in concomitanza con le festività del corrente mese è consuetudine effettuare nel territorio comunale escursioni e scampagnate con accensione di fuochi per barbecue, nelle zone boschive ed in particolare nella suddetta zona “Campetto degli Alpini” posta nelle vicinanze del centro abitato di Roccaraso, causando pericolo di incendi favoriti dalle condizioni climatiche di siccità;

Ritenuto necessario di adottare un provvedimento atto alla prevenzione di incendi a tutela della popolazione e del paesaggio nel territorio comunale;

Visto l’art.15 della Legge n.225 del 24.02.1992, che riconosce il Sindaco come autorità locale di Protezione Civile;

Visto l’art. 50 e l’art. 54, comma 4, del D.Lgs. 18.08.2000, n.267, che prevede che il Sindaco, adotti con atto motivato, provvedimenti, anche contingibili ed urgenti, nel rispetto dei principi generali dell’Ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana;

ORDINA

per le motivazioni espresse in narrativa,

  1. il divieto assoluto su tutto il territorio Comunale, con effetto immediato e per tutto il periodo estivo, l’accensione di fuochi di qualsiasi genere nel centro abitato, nelle zone boschive e cespugliate ed in tutti i terreni incolti, specie nella zona boschiva denominata “Campetto degli Alpini” posta nelle vicinanze del centro abitato di Roccaraso;
  2. il divieto di tutte le azioni determinanti, anche solo potenzialmente, l’innesco di incendi nelle aree a rischio;
  3. il divieto assoluto di accendere fuochi per la pulizia di stoppie e residui di vegetazione, compresi quelli provenienti da utilizzazioni boschive e da terreni cespugliati;
  4. il divieto di accendere barbecue nelle aree non attrezzate, suscettibili di incendio;
  5. il divieto di accesso alle automobili e/o mezzi non autorizzati nelle zone boschive, ad eccezione delle biciclette che possono transitare;
  6. di adottare ogni accorgimento idoneo ad evitare l’insorgere ed il propagarsi del fuoco;
  7. la violazione della presente Ordinanza comporta l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da Leggi e Regolamenti;
  8. al Comando di Polizia Locale, al Comando Stazione Carabinieri Forestali competente ed al Comando Stazione Carabinieri competente è demandato di far osservare scrupolosamente la presente Ordinanza.

Infine,

DISPONE

  • che la presente Ordinanza venga affissa all’Albo Pretorio on-line del Comune per 30 giorni consecutivi e che ne sia data ampia diffusione su tutto il territorio comunale;
  • l’affissione della presente in altri luoghi visibili al pubblico ed all’uopo destinati, specie nelle vicinanze delle stradine interne alle zone boschive;
  • la trasmissione della presente agli organi di controllo indicati al punto 8.

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 24/2020

 

 


 

Ordinanza n.23/2020 – Sospensione dell’attività edilizia e dei lavori rumorosi nel periodo estivo

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 23 del 23/07/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 507

Roccaraso, lì 28/07/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA

Sospensione dell’attività edilizia e dei lavori rumorosi nel periodo estivo

 

IL SINDACO

Considerata la natura prettamente turistica sulla quale si basa l’economia del Comune di Roccaraso, motivo per cui occorre venire incontro alle esigenze degli ospiti garantendo loro un soggiorno caratterizzato dalla massima tranquillità possibile;

Rilevato che nel mese di Agosto in Roccaraso Capoluogo e nella Frazione Pietransieri si verifica un notevole afflusso turistico da parte di persone e famiglie che scelgono tale località per ragioni climatiche e di quiete, che consente loro di godere di periodi di riposo dalla routine quotidiana che caratterizza la vita nelle città;

Riscontrato peraltro che nel mese di Agosto si concentrano anche i periodi di ferie e riposo dal lavoro dei residenti di Roccaraso, che sempre più spesso decidono di trascorrere tali giornate in paese, approfittando della particolare vivacità che caratterizza il calendario degli eventi estivi roccolani, per cui occorre garantire anche a loro la massima vivibilità del paese;

Ritenuto pertanto doveroso venire incontro a tali esigenze quantomeno nel periodo di massima affluenza turistica estiva, ovvero nel mese di Agosto;

Atteso che, pertanto, occorre limitare, in tale periodo, le attività che interferiscano, anche potenzialmente, con tali esigenze, preminenti per un luogo di villeggiatura come Roccaraso;

Rilevato a tale proposito che la presenza nel Centro abitato e periferico di cantieri edili di edilizia privata mal si conciliano con le finalità sopra esposte, in quanto essi:

  • producono rumori molesti durante l’intera giornata lavorativa, implicando spesso demolizioni e rimozioni, con susseguente trasporto del materiale di risulta all’interno del centro abitato, e con emissione di polveri in atmosfera;
  • generano intralcio alla circolazione stradale, di per se già intensa per via delle numerose autovetture ed altri mezzi di locomozione presenti sulle strade, causando possibili ingorghi e disagi;
  • sono occasione di ulteriore pericolo per la pubblica incolumità, in riferimento al notevole passeggio (pedonale e ciclabile) da parte di famiglie, bambini ed anziani, che caratterizza Roccaraso in tale periodo dell’anno;

Visto l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000, che, al comma 5 come da ultimo modificato dall’art. 8, comma 1, lettera a), legge n. 48 del 2017, testualmente recita:

“5. In particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale. Le medesime ordinanze sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale, in relazione all’urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana, con particolare riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, anche intervenendo in materia di orari di vendita, anche per asporto, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche. Negli altri casi l’adozione dei provvedimenti d’urgenza, ivi compresa la costituzione di centri e organismi di referenza o assistenza, spetta allo Stato o alle regioni in ragione della dimensione dell’emergenza e dell’eventuale interessamento di più ambiti territoriali regionali.”

Ritenuto pertanto di dover emettere apposita ordinanza sindacale, a tutela della tranquillità e del riposo di residenti e turisti, nonché più in generale a tutela del decoro e della vivibilità urbana del paese, tendente a sospendere l’attività dei cantieri di edilizia privata nel periodo compreso tra lunedì 10.08.2020 e domenica 23.08.2020, nel centro abitato di Roccaraso e fino al giorno mercoledì 26.08.2020 per la Frazione Pietransieri;

Visti:

  • gli art. 50 e 54 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267;
  • il Decreto Legislativo n. 267 del 18 agosto 2000;

 

ORDINA

 

NEL PERIODO compreso tra lunedì 10 e domenica 23 Agosto 2020 (inclusi) per il centro abitato di Roccaraso capoluogo e fino al giorno di mercoledì 26 Agosto 2020 (incluso) per la Frazione Pietransieri:

  • la sospensione dei lavori in tutti i cantieri di edilizia privata;
  • di lasciare liberi da materiali eventuali parti di suolo pubblico (marciapiedi, strade, ect.) eventualmente occupati per attività edilizie o di altra natura, e di restituirli all’uso pubblico in uno stato decoroso;

PRECISANDO E STABILENDO CHE:

  • sono esclusi da tali obblighi le attività attinenti la cura del verde e nel rispetto dei seguenti orari in cui vige il divieto: dalle ore 14.00 alle ore 16.00 e dalle ore 20.00 alle ore 09.00;
  • sono inoltre esclusi da tali obblighi i cantieri edili relativi alle Opere Pubbliche, per il carattere di pubblica utilità che rivestono;
  • eventuali deroghe possono essere concesse dal Sindaco per reali ed improcrastinabili esigenze e devono essere preventivamente e motivatamente richieste;
  • al Comando di Polizia Municipale compete l’esecuzione della presente ordinanza.

 

Inoltre,

AVVERTE

  • che, ai sensi degli artt.3, quarto comma, e 5, terzo comma, della Legge 7 Agosto 1990, n.241, responsabile del procedimento è l’Arch. Paolo Di Guglielmo – Responsabile dello Sportello Unico per l’Edilizia e, che, contro la presente ordinanza, è ammesso ricorso al tribunale amministrativo regionale di L’Aquila nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione, oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla data di pubblicazione;
  • che i trasgressori della presente ordinanza saranno perseguiti con una sanzione amministrativa nei termini di legge, ovvero segnalati all’A.G. ai sensi dell’art.659 C.P..

Infine,

DISPONE

  • la pubblicazione della presente all’Albo pretorio on-line;
  • l’affissione della presente in altri luoghi visibili al pubblico ed all’uopo destinati;
  • la trasmissione della presente all’Ufficio di Polizia municipale, ai fini della sua esecuzione e del controllo del suo rispetto;
  • la trasmissione all’Ufficio Tecnico – Sportello Unico per l’Edilizia, al fine di informare i titolari di titoli abilitativi (PdC, Scia e Cila) dell’emissione di detta ordinanza;
  • in caso di inottemperanza della presente, si procederà all’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 500,00 ai sensi dell’art. 7bis del D. lgs. 18/08/2000, n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni.

 

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 23/2020