Comune di Roccaraso

Home » Affari Generali » Il Comune Informa » ORDINANZA Sindacale n. 25 (R.G. n. 36) del 29/09/2020 – 9ª TAPPA DEL GIRO D’ITALIA SAN SALVO – ROCCARASO DELL’11 OTTOBRE 2020 – DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI UTILIZZO DEI DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI SICUREZZA

ORDINANZA Sindacale n. 25 (R.G. n. 36) del 29/09/2020 – 9ª TAPPA DEL GIRO D’ITALIA SAN SALVO – ROCCARASO DELL’11 OTTOBRE 2020 – DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI UTILIZZO DEI DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI SICUREZZA

Statistiche del sito

  • 871.740 visite totali

Dove siamo

+39 0864 61921
____________________________
Orari al pubblico:
Dal Lunedì al Venerdì: 9:30 – 13:00
Giovedì: 15:30 – 17:00
____________________________

Webcam Comune

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 36 del 29/09/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 697

Roccaraso, lì 07/10/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA Sindacale n. 25 (R.G. n. 36) del 29/09/2020

9ª TAPPA DEL GIRO D’ITALIA SAN SALVO – ROCCARASO DELL’11 OTTOBRE 2020
DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI UTILIZZO DEI DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI SICUREZZA

 

IL SINDACO

PREMESSO CHE:

  • l’Organizzazione Mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID – 19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;
  • con Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale, in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

VISTO il D.L. 23 febbraio 2020, n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;

VISTI altresì:

il D.P.C.M. 08/03/2020 recante “Ulteriori misure attuative del D.L. 23/02/2020 n. 6” applicabili sull’intero territorio nazionale

  • il D.P.C.M. 09/03/2020 recante “Ulteriori misure attuative del D.L. 23/02/2020 n. 6”, applicabili sull’intero territorio nazionale
  • il D.P.C.M. 11/03/2020 recante “Ulteriori misure attuative del D.L. 23/02/2020 n. 6”, applicabili sull’intero territorio nazionale;
  • il P.C.M. 10 aprile 2020 che ha prorogato al 3 maggio 2020 l’efficacia dei provvedimenti adottati in materia di contenimento del contagio;

RICHIAMATI:

  • le Circolari del Ministero della Salute in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica dal Covid – 19;
  • i provvedimenti relativi all’emergenza emanati dal Dipartimento della Protezione civile;
  • i provvedimenti sindacali adottati al fine di assicurare la piena attuazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del contagio;

VISTO  il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale)”, che ha avviato la c.d. “Fase 2, da intendersi quale fase di progressivo superamento del confinamento, nell’ottica dell’allentamento progressivo delle misure di contenimento;

VISTI:

  • il Decreto legge 16 maggio 2020, n. 33 recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID – 19”;
  • il D.P.C.M. 17 maggio 2020 recante “Disposizioni attuative del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID – 19 e del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID – 19”, che ha definito la tempistica per la ripresa delle attività economiche, produttive e sociali, sospese ai sensi del DPCM 26 aprile 2020;
  • l’art. 1, comma 1, lett. a) del Decreto Legge 30 luglio 2020, n. 83, con cui la cessazione dello stato di emergenza fissata al 31 luglio 2020 dall’art. 1, comma 1, del Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modifiche dalla Legge 22 maggio 2020, n. 35, è stato prorogato al 15 ottobre 2020;

EVIDENZIATO CHE:

  • il D.P.C.M. 7 agosto 2020 ha prorogato, fino al 7 settembre 2020, le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 sull’intero territorio nazionale;
  • il D.P.C.M. 7 settembre 2020 ha prorogato al 7 ottobre 2020 le misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi dell’emergenza epidemiologica contenute nel D.P.C.M. 7 agosto 2020 e sono state altresì confermate e restano efficaci, sino al 7 ottobre 2020, le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della salute 12 agosto 2020 e 16 agosto 2020, salvo quanto previsto dal comma 3;

VISTA l’Ordinanza del Ministero della Salute del 16 agosto 2020, con cui sono state dettate ulteriori misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria ed in particolare, all’art. 1, comma 1, previsto che:” Ferme restando le disposizioni di cui all’art. 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, citato in premessa, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID – 19 sono adottate le seguenti ulteriori prescrizioni:

è fatto obbligo dalle ore 18:00 alle ore 06:00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza, dei luoghi aperti al pubblico nonchè negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale;

DATO ATTO che per domenica 11 ottobre 2020 è prevista la 9^ Tappa del centotreesimo Giro d’Italia,  San Salvo – Roccaraso;

CONSIDERATO che le manifestazioni previste a Roccaraso in occasione della 9^ Tappa della edizione 2020 del Giro d’Italia si svolgeranno in orari diversi da quelli di cui alla richiamata ordinanza del Ministero della Salute e che quindi saranno possibili assembramenti negli spazi pubblici in orari diversi da quelli per i quali è imposto l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con conseguente rischio per la salute pubblica;

RITENUTO di disporre l’obbligo dell’utilizzo dei citati dispositivi il giorno 11 ottobre 2020, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, nei luoghi e per le manifestazioni in programma, al fine di assicurare le misure di propria competenza dirette al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 nel territorio comunale;

VISTA l’Ordinanza del Ministero della Salute 16 agosto 2020;

RICHIAMATO l’articolo 50 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267,

ORDINA

E’ fatto obbligo a tutti i cittadini residenti e visitatori di indossare dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie, il giorno 11 ottobre 2020, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, su tutto il territorio comunale, in occasione della 9^ Tappa del Giro d’Italia 2020,  San Salvo – Roccaraso.

Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

DISPONE

  1. la comunicazione del presente provvedimento:
  • alla Prefettura dell’Aquila;
  • alla Polizia Locale;
  • alla Comando Stazione Carabinieri di Roccaraso;
  • al Settore Tecnico Manutentivo;
  • alla A.S.L. 1 – Avezzano – Sulmona – L’Aquila – Dipartimento di prevenzione.
  1. la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale comune.roccaraso.aq.it .;
  1. di informare la cittadinanza dei contenuti della presente ordinanza, attraverso tutti i mezzi di comunicazione e diffusione;
  1. di riservarsi di modificare, integrare o revocare la presente ordinanza in ragione della evoluzione della situazione;
  1. le Forze dell’ordine e la Polizia Locale cureranno la stringente attuazione delle prescrizioni della presente ordinanza.

RENDE NOTO

che a norma dell’articolo 3, comma 4, della legge 241/1990, avverso la presente ordinanza chiunque ne abbia interesse potrà ricorrere entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza, al Tribunale Amministrativo Regionale, in alternativa, nel termine di 120 giorni dell’avvenuta conoscenza, potrà essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.

 

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 36/2020

 

 


 

Flipboard Comune di Roccaraso

Calendario

ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031