Comune di Roccaraso

Home » Amministrazione Trasparente » 11 - Bandi di gara, avvisi e contratti » 11.03 - Gare e procedure in corso » Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9826 del 31/12/2018

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9826 del 31/12/2018

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)
Settore III – Area Tecnica

Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo
Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

Prot. n. 0725/2019

Roccaraso, lì 18/01/2018

Rettifica e conversione della procedura di cui all’Avviso pubblico prot. 9826 del 31/12/2018 per affidamento di importo inferiore a 150.000 euro per l’affidamento dei lavori di:

“Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”

in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE III TECNICO
DEL COMUNE DI ROCCARASO

Richiamato l’avviso prot. 9826 del 31/12/2018, con cui questa Stazione Appaltante, ha avviato procedura per raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori di “Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”, al fine di individuare, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, concorrenza, rotazione e trasparenza, le Ditte da invitare alla successiva procedura negoziata di cui all’art. 36, comma 2, lett. b) e 7 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i..;

Vista la Legge di Bilancio n. 145/2018 (pubblicata in G.U. n. 302/2018), ed in particolare l’art. 1 comma 912, che stabilisce che “Nelle more di una complessiva revisione del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2019, le stazioni appaltanti, in deroga all’articolo 36, comma 2, del medesimo codice, possono procedere all’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro mediante affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di tre operatori economici“;

Rilevato che l’importo dei lavori da affidare è pari a complessivi € 69.131,55 e che, pertanto, la procedura di affidamento di detti lavori rientra tra quelli della succitata fattispecie (affidamento diretto);

Ritenuto conveniente per l’Ente applicare detto sopravvenuto disposto normativo semplificativo alla gara in parola, in quanto l’affidamento diretto è procedura in grado di assicurare celerità, speditezza e semplificazione necessarie a consentire l’avvio dei lavori entro la prossima stagione estiva, unico periodo dell’anno in cui a Roccaraso è possibile eseguire lavorazioni sugli immobili ed in cui, peraltro, tali lavorazioni non interferiscono con il normale utilizzo della struttura come sede scolastica;

Rilevato che, come previsto dall’avviso e come espressamente accettato dai manifestanti interesse, la Stazione Appaltante si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

Dato atto che si procederà a selezionare i soggetti da consultare nel rispetto dei principi di cui all’art. 30 comma 1 del codice, nonché del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti ed in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese;

Ritenuto utile poter consultare, con i succitati criteri, n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), selezionandoli tra quelli che abbiano completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016;

RENDE NOTO CHE:

NON SI DARÀ SEGUITO alla procedura di cui all’avviso prot. 9826 del 31/12/2018, avviata al fine di raccogliere manifestazioni di interesse avente ad oggetto l’appalto per i Lavori di “Rivestimento e l’impermeabilizzazione delle pareti inclinate dell’edificio scolastico comunale – Via Trieste e Via Mori”, visto il sopraggiunto dispositivo normativo di cui all’art. 1 comma 912 della Legge 145/2018, nelle piene facoltà di questa amministrazione appaltante che, come previsto dall’avviso e come accettato dai manifestanti interesse, si riservava la possibilità “di interrompere in qualsiasi momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa“;

SI PROCEDERÀ, in applicazione dell’art. 1 comma 912 della Legge n. 145/2018, ad affidamento diretto dei lavori di che trattasi, dell’importo complessivo di € 80.381,01, previa consultazione di n. 3 operatori economici che siano in possesso dei requisiti di ordine generale (art. 80 Codice) e di carattere economico e tecnico (art. 83 comma 6 Codice), selezionandoli tra quelli che abbiano completato l’iscrizione alla piattaforma telematica della CUC dei Comuni di Castel di Sangro e Roccaraso (www.cuccasteldisangro.acquistitelematici.it), che ha assunto valenza di albo dei soggetti affidatari per l’Ente, e sulla quale l’affidamento avverrà, nel rispetto dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016.

Roccaraso,  18 Gennaio 2019.

Il Responsabile del III Settore Area Tecnica

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Prot. 0725/2019