Comune di Roccaraso

Statistiche del sito

  • 830.752 visite totali

Dove siamo

+39 0864 61921
____________________________
Orari al pubblico:
Dal Lunedì al Venerdì: 9:30 – 13:00
Giovedì: 15:30 – 17:00

Street View

Visualizza in 3D

____________________________

Prospetto Orari di Apertura

Webcam Comune

Ordinanza n.15/2020 – Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19 – Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali – Revoca Ordinanza n. 13/2020

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 15 del 18/05/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 327

Roccaraso, lì 18/05/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA

Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19
Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali
Revoca Ordinanza n. 13 del  3 maggio 2020

 

IL SINDACO

VISTI:

  • la Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con cui è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale, in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
  • il D.L. 23/02/2020 n. 6 recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 08/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 09/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.P.C.M. 11/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il P.C.M. 10 aprile 2020 che ha prorogato al 3 maggio 2020 l’efficacia dei provvedimenti adottati in materia di contenimento del contagio;

VISTO  il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale)”, con cui sono adottate nuove misure con efficacia dal 4 maggio 2020 fino al 17 maggio 2020, ad eccezione di quanto previsto dall’art. 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del predetto DPCM 10 aprile 2020;

EVIDENZIATO che l’art. 1, comma 1, del D.P.C.M. 26 aprile 2020, alle lettere d) ed e), fino al 17 maggio 2020, dispone:

  1. d) è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati; il sindaco

può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera;

  1. e) l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici e condizionato al rigoroso rispetto di quanto previsto dalla lettera d), nonché della distanza di sicurezza interpersonale di un metro; il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera; le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse;

VISTO l’art. 1, comma 9, del D.L. 16 maggio 2020, n. 33, pubblicato nella G.U.R.I. – Serie Generale del 16 maggio 2020, n. 125, che testualmente recita:

  1. Il sindaco può disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”;

PRESO ATTO dell’evolversi della diffusione del contagio e ritenuto di dover revocare le ulteriori  misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 di propria competenza, adottate in ragione del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia con propria Ordinanza n.  13 del  3 maggio 2020;

RITENUTO che a far data dal 18 maggio 2020 risulta possibile assicurare il rispetto di quanto previsto dall’art. 1, comma 9, del D.L. 16 maggio 2020, n. 33, per l’accesso del pubblico ai parchi, ai giardini e aree verdi pubbliche presenti sul territorio comunale, con l’eccezione dei parchi giochi, per i quali si ritiene di dover attuare degli interventi al fine di  assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”;

RITENUTO  conseguentemente necessario revocare la propria precedente Ordinanza n. 13  del 3 maggio 2020, avente ad oggetto:”Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19 – Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali“;

RICHIAMATO l’articolo 50, comma 5, del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

ORDINA

dalla data del 18 maggio 2020, fino a revoca, la chiusura al pubblico dei parchi giochi presenti nel territorio comunale.

DISPONE

la revoca dell’Ordinanza n. 13 del 3 maggio 2020 avente ad oggetto:” Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19 – Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali”,  a far data dal 18 maggio 2020,

DISPONE, altresì

  1. la comunicazione del presente provvedimento a :
  • alla Prefettura dell’Aquila;
  • alla Polizia Locale;
  • alla Comando Stazione Carabinieri di Roccaraso;
  • al Settore Tecnico Manutentivo;
  1. la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale http://www.comune.roccaraso.aq.it.;
  2. di informare la cittadinanza dei contenuti della presente ordinanza, attraverso tutti i mezzi di comunicazione e diffusione;

RENDE NOTO

Che, ai sensi dell’articolo 3, quarto comma della Legge 7 Agosto 1990, n. 241, Responsabile del procedimento è il Geom. Vincenzo D’Amico – Responsabile del Settore V –  Manutentivo;

Che a norma dell’articolo 3, comma 4, della legge 241/1990, avverso la presente ordinanza chiunque ne abbia interesse potrà ricorrere entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza, al Tribunale Amministrativo Regionale, in alternativa, nel termine di 120 giorni dell’avvenuta conoscenza, potrà essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.

 

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 15/2020

 

 


 

Ordinanza n.14/2020 – Emergenza epidemiologica da Covid-19 – Provvedimenti in materia di viabilità e traffico – Regolamentazione temporanea della circolazione stradale – Revoca Ord. Sind. n. 10/2020

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 14 del 18/05/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 326

Roccaraso, lì 18/05/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA

Emergenza epidemiologica da Covid-19 – Provvedimenti in materia di viabilità e traffico – Regolamentazione temporanea della circolazione stradale – Revoca Ordinanza Sindacale n. 10 del 31 marzo 2020

 

IL SINDACO

VISTI:

  • la Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con cui è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale, in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
  • il D.L. 23/02/2020 n. 6 recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 8/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 9/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.P.C.M. 11/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • l’Ordinanza del Ministro della Salute in data 20/3/2020;
  • il D.P.C.M. 22/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.L. 25 marzo 2020, n. 19, articoli 2 e 3;
  • il D.P.C.M. 01/04/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.P.C.M. 10/04/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.P.C.M. 26/04/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;

CONSIDERATO che con propria Ordinanza n. 10 del 31 marzo 2020, avente ad oggetto:” Emergenza epidemiologica da Covid-19 – Provvedimenti in materia di viabilità e traffico – Regolamentazione temporanea della circolazione stradale, con decorrenza immediata e fino a revoca del provvedimento, è stata disposta la seguente regolamentazione temporanea della circolazione stradale nel centro abitato di Roccaraso Capoluogo, e segnatamente:

  • istituire il divieto di accesso e transito in Via Napoli: in corrispondenza intersezione S.S. 17 / Via Napoli;
  • istituire il divieto di accesso e transito in Viale dei Tigli: all’altezza incrocio con Via Pietransieri / Viale dei Tigli;
  • istituire il divieto di accesso e transito in Via P.P. Pasolini: all’altezza incrocio con Via Pietransieri / S.S. 17;
  • istituire il divieto di accesso e transito in Strada Comunale A. Spataro – all’altezza Santuario Madonna della Portella / Via A. Spataro;

e garantito quale unico accesso al Centro abitato di Roccaraso esclusivamente da S.S. 17 (Direzione Sulmona – Roccaraso) – S.R. 437 (Viale Roma), in entrata ed in uscita.

VISTO il D.L. 16 maggio 2020, n. 33, recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID – 19”, pubblicato nella G.U.R.I. – Serie Generale del 16 maggio 2020, n. 125, ed in particolare l’art. 1 che recita:

  1. A decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale di cui agli articoli 2 e 3 del decreto – legge 25 marzo 2020, n. 19, e tali misure possono essere adottate o reiterate, ai sensi degli stessi articoli 2 e 3, solo con riferimento a specifiche aree del territorio medesimo interessate da particolare aggravamento della situazione epidemiologica;

PRESO ATTO dell’attuale stato della situazione epidemiologica e ritenuto di dover revocare le misure adottate al fine di rafforzare la prevenzione e controllo sul territorio comunale,  di cui all’Ordinanza Sindacale n. 10 del 31 marzo 2020, in ragione della diffusività del virus, allo scopo di prevenzione e precauzione, nonché di sicurezza ed ordine pubblico;

SENTITO in merito il Comandante della Polizia Locale – Responsabile del Settore V, Ten. Mario Trilli;

RITENUTO  conseguentemente necessario revocare la succitata precedente Ordinanza n. 10  del 31 marzo 2020, avente ad oggetto:” Emergenza epidemiologica da Covid-19 – Provvedimenti in materia di viabilità e traffico – Regolamentazione temporanea della circolazione stradale;

RICHIAMATO l’articolo 50, comma 5, del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

VISTI  gli artt. 5, 6 e 7 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (Codice della strada);

VISTO il D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495, regolamento di attuazione e di esecuzione del codice della strada;

DISPONE

la revoca dell’Ordinanza Sindacale n. 10  del 31 marzo 2020, avente ad oggetto:” Emergenza epidemiologica da Covid-19 – Provvedimenti in materia di viabilità e traffico – Regolamentazione temporanea della circolazione stradale,  a far data dal 18 maggio 2020.

 

DISPONE, altresì

  1. la comunicazione del presente provvedimento a :
  • alla Prefettura dell’Aquila;
  • alla Polizia Locale;
  • alla Comando Stazione Carabinieri di Roccaraso;
  • al Responsabile del Settore V – Tecnico Manutentivo;
  1. la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale http://www.comune.roccaraso.aq.it.;
  2. di informare la cittadinanza dei contenuti della presente ordinanza, attraverso tutti i mezzi di comunicazione e diffusione.

RENDE NOTO

 

Che, ai sensi dell’articolo 3, quarto comma della Legge 7 Agosto 1990, n. 241, Responsabile del procedimento è il Ten Mario Trilli – Responsabile del Settore IV –  Polizia Locale;

Che a norma dell’articolo 3, comma 4, della legge 241/1990, avverso la presente ordinanza chiunque ne abbia interesse potrà ricorrere entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza, al Tribunale Amministrativo Regionale, in alternativa, nel termine di 120 giorni dell’avvenuta conoscenza, potrà essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.

 

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 14/2020

 

 


 

Assegnazione Fida Pascolo Terreni gravati da diritto di uso civico – periodo 15/05/2020 – 14/05/2021

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Det. Sett. Tecnico N. 44 Del 05-05-20
Reg. generale 177
Pubblicazione in Albo n. 268

Roccaraso, lì 07/05/2020

Settore III – Area Tecnica
Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo

Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

Assegnazione Fida Pascolo Terreni gravati da diritto di uso civico Comune di Roccaraso per il periodo 15/05/2020 – 14/05/2021

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Premesso che il  Comune di Roccaraso è proprietario di pascoli montani disciplinati dal Regolamento e Capitolato d’Oneri approvato da Consiglio Comunale con deliberazione n. 16 del 01/02/1965, come modificato con deliberazioni di C.C. n. 16 del 1/02/1965 e n. 6 del 11/04/2008;

Che il suddetto Regolamento individua i comparti pascolivi dei terreni gravati da uso civico destinati della fida pascolo dei residenti;

Che con determinazione a contrattare del Settore Tecnico n. 19 del 13/02/2020 è stato disposto di procedere all’assegnazione ai cittadini residenti della Fida Pascolo dei terreni disponibili per uso civico sul territorio del Comune di Roccaraso per il periodo 15/05/2020 – 14/05/2021, accertati in circa 141 Ha, fissando gli elementi essenziali del contratto e approvando il relativo schema di avviso pubblico  unitamente al modello di domanda da utilizzare per la richiesta di assegnazione della fida pascolo;

Che in data 13/02/2020 è stato pubblicato l’Avviso  pubblico per l’assegnazione dei terreni montani per uso civico di pascolo;

Dato atto che a seguito del suddetto avviso sono pervenute le seguenti domande di cittadini residenti per l’autorizzazione all’esercizio della fida pascolo:

  1. Domanda prot. 1662 del 27/02/2020 – Ditta D’Aloisio Alessio;
  2. Domanda prot. 1676 del 27/02/2020 – Ditta Trozzi Iole;
  3. Domanda prot. 2273 del 17/03/2020 – Ditta Oddis Gianluca;
  4. Domanda prot. 2274 del 17/03/2020 – Ditta D’Amico Antonio;
  5. Domanda prot. 2771 del 07/04/2020 – Ditta Cordisco Samuel;
  6. Domanda prot. 2869 del 09/04/2020 – Ditta Macerelli Rosalia;
  7. Domanda prot. 2961 del 15/04/2020 – Ditta Guido Christian;
  8. Domanda prot. 3247 del 29/04/2020 – Ditta Bucci Ettore;

Che i pascoli disponibili per uso civico, accertati per l’anno 2020 sul territorio del Comune di Roccaraso, da assegnare agli allevatori residenti, ammontano a complessivi Ha 140,2858, come riportati nell’elenco allegato al presente atto (Allegato 1);

Rilevato che:

  • in base alle istanze pervenute e ai carichi di bestiame dichiarati dai singoli allevatori, risultano complessivamente 343 capi di bestiame, corrispondenti a complessivi 126,65 UBA (Unità Bestiame Adulti), come riportato nell’Allegato 2 al presente atto;
  • tenuto conto del carico massimo di bestiame equivalente ad ettaro previsto dal vigente regolamento comunale (0,6 UBA/Ha) e del numero complessivo dei capi di bestiame dichiarati dagli allevatori, la superficie a pascolo necessaria a soddisfare le richieste di tutti i cittadini ammonterebbe a circa 211 ettari;

Ritenuto pertanto di dover procedere all’assegnazione dei pascoli disponibili ai singoli allevatori, tenendo conto  dei criteri stabiliti con la richiamata determina a contrattare 19/2020 e, in particolare,  individuando lotti omogenei di estensione complessiva rapportata alla superficie disponibile in funzione del carico  di bestiame dichiarato, come riportato nell’allegato piano di riparto (Allegato 3), con le superfici assegnate riepilogate nel seguente prospetto:

N. ALLEVATORE   UBA TOTALE SUPERFICIE ASSEGNATA (HA)
1 D’ALOISIO ALESSIO 6,00 6,6460
2 TROZZI IOLE 2,70 2,9910
3 ODDIS GIANLUCA 36,10 39,9868
4 D’AMICO ANTONIO 22,55 24,9789
5 CORDISCO SAMUEL 15,45 17,1131
6 MACERELLI ROSALIA 4,00 4,4310
7 GUIDO CHRISTIAN 32,85 36,3855
8 BUCCI ETTORE 7,00 7,7535
TOTALI   126,65 140,2858

Visto l’art. 4 del vigente regolamento comunale per l’utilizzo dei pascoli montani, come aggiornato con deliberazione di C.C. n. 16/65;

Vista la delibera di G.C. n. 51 del 15/03/2018 che fissa  le seguenti tariffe unitarie per la determinazione del diritto di fida dovuto dai  cittadini per immettere il proprio bestiame sui pascoli comunali:

  1. Bovini e vaccine di età > 12 mesi:   8,00    €/capo
  2. Bovini di età ≤ 12 mesi:   4,00    €/capo
  3. Equini di età > 12 mesi: 10,00    €/capo
  4. Equini di età ≤ 12 mesi   5,00    €/capo
  5. Ovini:   1,50    €/capo;
  6. Caprini: 2,50   €/capo;

Dato atto che tutti i cittadini richiedenti la fida pascolo hanno provveduto al pagamento dell’importo dovuto per l’anno 2020;

Visto il D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.;

Con i poteri di cui all’art. 107 del D.Lgs. 267/2010, giusto decreto sindacale n. 15 del 21/05/2019 di conferimento dell’incarico di posizione organizzativa e di Responsabile del Settore III Area Tecnica, ai sensi del combinato disposto dell’art. 50, comma 10 e dell’art. 109 comma 2 dello stesso D.Lgs.  267/2000;

DETERMINA

Per le motivazioni in premessa richiamate che qui si intendono integralmente riportate,

  • Di assegnare i terreni montani disponibili per uso civico di pascolo accertati per l’anno 2020 individuati nell’elenco allegato al presente atto (Allegato 1), così come riportato nell’allegato piano di riparto (Allegato 3), con le superfici assegnate ai singoli allevatori riepilogate nel seguente prospetto:
N. ALLEVATORE   UBA TOTALE SUPERFICIE ASSEGNATA (HA)
1 D’ALOISIO ALESSIO 6,00 6,6460
2 TROZZI IOLE 2,70 2,9910
3 ODDIS GIANLUCA 36,10 39,9868
4 D’AMICO ANTONIO 22,55 24,9789
5 CORDISCO SAMUEL 15,45 17,1131
6 MACERELLI ROSALIA 4,00 4,4310
7 GUIDO CHRISTIAN 32,85 36,3855
8 BUCCI ETTORE 7,00 7,7535
TOTALI   126,65 140,2858

dando atto che l’assegnazione  viene effettuata tenendo conto:

  • del numero massimo del bestiame di spettanza dei cittadini che ne hanno fatto richiesta, in base a quanto previsto dall’art. 15 terzo comma del vigente regolamento comunale, tenendo conto della superficie a pascolo disponibile;
  • del criterio dei lotti omogenei in luogo della ripartizione percentuale su tutti i pascoli disponibili;
  • Di stabilire che la disponibilità dei terreni pascolivi assegnati con il presente provvedimento ai suddetti allevatori è relativa al periodo 15/05/2020 – 14/05/2021, nel rispetto delle indicazioni fornite dalla Regione Abruzzo;
  • Di dare atto che tutti i cittadini richiedenti la fida pascolo hanno provveduto al pagamento dell’importo dovuto per l’anno 2020;
  • Di trasmettere il presente atto, completo dei relativi allegati, agli allevatori richiedenti la fida pascolo e all’ufficio protocollo per gli adempimenti di competenza.-

 

IL RESPONSABILE DEL III SETTORE AREA TECNICA

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Determinazione n. 44 Settore Tecnico

Allegato 1 – Terreni Disponibili

Allegato 2 – Prospetto calcolo UBA

Allegato 3 – Piano di riparto

 

AVVISO AGLI UTENTI – Formula Ambiente – Modalità di accesso dell’utenza ai centri di raccolta operativi durante l’Emergenza Covid-19

 

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Il Comune Informa

Roccaraso, lì 06/05/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

 

 

AVVISO AGLI UTENTI – Formula Ambiente
Modalità di accesso dell’utenza ai centri di raccolta operativi durante l’Emergenza Covid-19

 

  • La presente istruzione definisce le modalità di accesso dell’utenza nei centri di raccolta operativi durante l’emergenza per epidemia da coronavirus e sarà valida fino a successive istruzioni
  • Tali disposizioni si applicano a tutta l’utenza (cittadini, trasportatori esterni, cdcraee, etc) ed in mancanza del rispetto delle medesime l’ingresso sarà vietato.
  • L’accesso è consentito ad un utente per volta.
  • L’operatore provvede all’apertura e chiusura del cancello o della sbarra che deve rimanere chiusa per evitare gli accessi non autorizzati
  • È fatto divieto agli operatori di aiutare l’utenza nello scarico/manipolazione/conferimento dei rifiuti limitandosi unicamente all’indicazione del corretto contenitore in cui effettuare il conferimento
  • L’utente deve essere dotato di mascherina e guanti (la cui dotazione è a carico dell’utente)
  • È obbligatorio il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 m
  • È vietato l’accesso ai locali ufficio e ai servizi igienici da parte degli utenti esterni
  • L’eventuale attesa del proprio turno deve avvenire all’interno della propria autovettura senza scendere dalla stessa

 

Allegati:

Avviso agli utenti

 

 

Lavori di Ristrutturazione dell’edificio comunale ex-scuola media mediante opere per il miglioramento sismico e sistemazione dei piani primo e sottotetto – Primo lotto – AVVISO DI AVVENUTA AGGIUDICAZIONE

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

 

Atti delle amministrazioni aggiudicatrici
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 270

Roccaraso, lì 05/05/2020

Settore III – Area Tecnica
Servizio Urbanistica e Ambiente, LL.PP., Patrimonio e Tecnico Manutentivo

Tel. 0864/6192.202 – Fax 0864/6192.222
PEC: protocollo.roccaraso@pec.it
E-mail: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

Lavori di Ristrutturazione dell’edificio comunale ex-scuola media mediante opere per il miglioramento sismico e sistemazione dei piani primo e sottotetto – Primo lotto

AVVISO DI AVVENUTA AGGIUDICAZIONE

 

CUP (Codice Unico di Progetto): G99H19000320001

CIG (Codice Identificativo di Gara) 8268544A5B

IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Visto l’articolo 98, comma 1 e l’allegato XIV A Parte I lettera D del D.Lgs. 18 aprile 2016, n.50;

COMUNICA

  1. NOME ED INDIRIZZO DELL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:

Amministrazione Aggiudicatrice Comune di Roccaraso (Aq)

Indirizzo : Viale degli Alberghi n. 2/a,  c.a.p. 67037,  Roccaraso (AQ)

codice NUTS ITF11

Telefono 0864.61921 – fax 0864.6192222 e-mail paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it

PEC: protocollo.roccaraso@pec.it – sito: http://www.comune.roccaraso.aq.it

  1. TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E ATTIVITA’ ESERCITATA
    Tipo di Amministrazione Aggiudicatrice: Ente pubblico locale
    Principale attività esercitata: Ente pubblico locale
  2. TIPOLOGIA DELLA AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:
    Stazione appaltante Comune di Roccaraso
  1. CODICE NUTS:
    Del luogo principale per l’esecuzione dei lavori : ITF11 
  1. DESCRIZIONE DELL’APPALTO:

Natura ed entità dei lavori: Ristrutturazione edilizia dell’edificio comunale ex-scuola media mediante opere per il miglioramento sismico e sistemazione dei piani primo e sottotetto

  1. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE PRESCELTA:

Negoziata non preceduta da pubblicazione di un bando di gara – motivazioni: l’utilizzo della procedura negoziata si rende necessaria altresì per dare avvio con urgenza alle lavorazioni al fine di restituire l’immobile oggetto di intervento all’Ente, che dovrà momentaneamente utilizzarlo come Sede Municipale temporanea, stante la futura imminente indisponibilità della Casa Municipale, che sarà oggetto di importanti e sostanziali interventi di adeguamento sismico, che ne precluderanno l’utilizzo per alcuni anni

  1. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE DELL’APPALTO:

per l’aggiudicazione dei lavori si è adottato il seguente sistema: criterio del prezzo più basso inferiore a quello posto a base di gara determinato mediante corrispettivo a misura con offerta di ribasso sull’elenco dei prezzi

  1. NUMERO OFFERTE RICEVUTO:

Numero delle offerte ricevute: 3 (tre), tutte ricevute da operatori economici costituiti da piccole e medie imprese tutte ricevute per via elettronica a mezzo portale di gestione della gara telematica

  1. PER CIASCUNA AGGIUDICAZIONE:

Nome dell’Aggiudicatario : Raggruppamento (costituenda ATI) tra la ditta Euro Impianti S.r.l. (Mandataria Capofila), con sede in C.da Piano Saletti, Z.I. – 66020 Paglieta (CH)  con codice fiscale n. 01520110691 con partita IVA n. 01520110691, e la ditta Edilrocca Soc. Coop. (Mandante) con sede in Roccascalegna (CH) Via Vallone n. 37 P.I. 00295330690

  1. VALORE DELL’OFFERTA VINCENTE CUI È STATO AGGIUDICATO L’APPALTO:

€ 245.837,80 corrispondente al 7,50% di ribasso sull’importo a base d’asta al netto degli oneri della sicurezza non assoggettabili a ribasso e quindi per un importo contrattuale di € 247.980,16 (comprensivo degli oneri della sicurezza non assoggettabile a ribasso pari ad € 2.142,36)

  • Valore dell’offerta massima : € 253.146,49 oltre oneri della sicurezza non soggetti a ribasso
  • Valore dell’offerta minima: € 247.980,16 oltre oneri della sicurezza non soggetti a ribasso
  1. VALORE E PARTE DEL CONTRATTO CHE PUÒ ESSERE SUBAPPALTATO A TERZI:

40% dell’importo dei lavori, esclusa la OG11 non subappaltabile quale categoria SIOS

  1. INFORMAZIONI CHE INDICANO SE L’APPALTO E’ CONNESSO AD UN PROGETTO E/O PROGRAMMA FINANZIATO DA FONDI EUROPEI: appalto non finanziato con fondi europei, ma con fondi propri del bilancio dell’Ente comunale di Roccaraso

12.1 NOME ED INDIRIZZO DELL’ORGANO COMPETENTE PER LE PROCEDURE DI RICORSO:

Ricorso amministrativo presso Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo dell’Aquila – Via Salaria Antica Est, 27, 67100 L’Aquila (AQ)

12.2 TERMINI PER LE PROCEDURE DI RICORSO:

 30 giorni dal presente avviso ovvero dalla notificazione o piena conoscenza dell’atto o del provvedimento

12.3. SERVIZIO PRESSO IL QUALE POSSONO ESSERE RICHIESTE INFORMAZIONI:

Settore Terzo Area Tecnica del Comune di Roccaraso, in Viale degli Alberghi 2/A 67037 Roccaraso (AQ).

Referente: Arch. Paolo Di Guglielmo (RUP: paolo.diguglielmo@comune.roccaraso.aq.it).

  1. SOGGETTI INVITATI:
  2. Cooperativa Edile Roccamontepiano C.E.R., con sede in Roccamontepiano (Ch);
  3. DM. Group srl, con sede in Castiglione Messer Marino (Ch);
  4. Edilcicchini srl, con sede in Roccascalegna (Ch);
  5. Emmedue Costruzioni srl, con sede in Lanciano (Ch);
  6. Euro Impianti srl, con sede in Paglieta (Ch);
  7. Facciolini srl, con sede in Montesilvano (Pe);
  8. Fossacesa srl, con sede in Roccaspinalveti (Ch);
  9. Lauredil srl, con sede in Loreto Aprutino (Pe);
  10. Lucente Mario srl, con sede in Torre dei Passeri (Pe);
  11. Pace Dino, con sede in Pianella (Pe);

 

Roccaraso, 05 Maggio 2020.

 

IL RESPONSABILE DEL III SETTORE AREA TECNICA

Arch. Paolo Di Guglielmo


Allegati:

Avviso di Avvenuta Aggiudicazione


 

Ordinanza n.13/2020 – Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19 – Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali

COMUNE DI ROCCARASO
(Provincia di L’AQUILA)

Ordinanza n. 13 del 3/05/2020
Pubblicazione in Albo Pretorio n. 266

Roccaraso, lì 03/05/2020

Viale degli Alberghi 2/A
Tel. 0864/61921 – Fax. 0864/6192222
E mail: protocollo@comune.roccaraso.aq.it
pec: protocollo.roccaraso@pec.it

ORDINANZA

Misure temporanee volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19 – Chiusura parchi, giardini, aree verdi comunali

 

IL SINDACO

VISTI:

  • la Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con cui è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale, in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
  • il D.L. 23/02/2020 n. 6 recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 08/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • il D.P.C.M. 09/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il D.P.C.M. 11/03/2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • il P.C.M. 10 aprile 2020 che ha prorogato al 3 maggio 2020 l’efficacia dei provvedimenti adottati in materia di contenimento del contagio;

VISTO  il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale)”, con cui sono adottate nuove misure con efficacia dal 4 maggio 2020 fino al 17 maggio 2020, ad eccezione di quanto previsto dall’art. 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del predetto DPCM 10 aprile 2020;

EVIDENZIATO che l’art. 1, comma 1, del D.P.C.M. 26 aprile 2020, alle lettere d) ed e) testualmente recita:

  1. d) è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati; il sindaco

può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera;

  1. e) l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici e condizionato al rigoroso rispetto di quanto previsto dalla lettera d), nonchè della distanza di sicurezza interpersonale di un metro; il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera; le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse;

PRESO ATTO dell’evolversi della diffusione del contagio e ritenuto di adottare le ulteriori misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 di propria competenza, in ragione del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia;

CONSIDERATO CHE nonostante le prescrizioni in essere, non risulta possibile assicurare il rispetto di quanto previsto dall’art. 1, comma 1, del D.P.C.M. 26 aprile 2020, lettere d) e e), per l’accesso del pubblico ai parchi, ai giardini e aree verdi pubbliche presenti sul territorio comunale;

RITENUTO che,  al fine di rafforzare la prevenzione sul territorio comunale, occorre adottare, in ragione della diffusività del virus, la specifica misura di prevenzione e precauzione coerente e comunque non in contrasto con i provvedimenti del Governo, della chiusura temporanea al pubblico dei luoghi che possono rappresentare un polo di attrazione per  bambini, giovani, famiglie, quali parchi, giardini e aree verdi pubbliche;

RITENUTO  conseguentemente necessario attuare ogni misura possibile, idonea a tutelare la salute pubblica, con particolare riguardo all’esigenza di evitare ogni forma di possibile  assembramento;

RICHIAMATO l’articolo 50, comma 5, del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

VALUTATO NECESSARIO ED INDIFFERIBILE procedere ad una totale chiusura al pubblico dei parchi, giardini, aree verdi pubbliche presenti sul territorio,

ORDINA

dalla data del 4 maggio 2020 e sino a revoca, la chiusura al pubblico di parchi, giardini, aree verdi pubbliche presenti sul territorio, al fine di inibirne la frequentazione e di evitare ogni forma di possibile  assembramento

DISPONE

la revoca della propria precedente ordinanza n. 9 del 20 marzo 2020, a far data dal 4 maggio 2020

DISPONE, altresì

  1. la comunicazione del presente provvedimento a :
  • alla Prefettura dell’Aquila;
  • alla Polizia Locale;
  • alla Comando Stazione Carabinieri di Roccaraso;
  • al Settore Tecnico Manutentivo;
  1. la pubblicazione della presente all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale http://www.comune.roccaraso.aq.it.;
  2. di informare la cittadinanza dei contenuti della presente ordinanza, attraverso tutti i mezzi di comunicazione e diffusione;
  3. di riservarsi di modificare, integrare o revocare la presente ordinanza in ragione della evoluzione della situazione;
  4. le Forze dell’ordine e la Polizia Locale cureranno la stringente attuazione delle prescrizioni della presente ordinanza.

RENDE NOTO

Che, ai sensi dell’articolo 3, quarto comma della Legge 7 Agosto 1990, n. 241, Responsabile del procedimento è il Geom. Vincenzo D’Amico – Responsabile del Settore V –  Manutentivo;

Che a norma dell’articolo 3, comma 4, della legge 241/1990, avverso la presente ordinanza chiunque ne abbia interesse potrà ricorrere entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza, al Tribunale Amministrativo Regionale, in alternativa, nel termine di 120 giorni dell’avvenuta conoscenza, potrà essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.

 

IL SINDACO
Dott. Francesco Di Donato

Allegati:

Ordinanza n. 13/2020

 

 


 

Flipboard Comune di Roccaraso

Webcam Comune di Roccaraso

Calendario

maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031